Nei miei progetti mi interessa documentare la mia riflessione sull’uomo sulla sua identità e il modo in cui vive gli spazi, come si caratterizza in rapporto al paesaggio che abita e al clima.

Questo progetto nasce dalla pura curiosità antropologica nei confronti di coloro che vivono il mare nel loro quotidiano.Le persone che hanno da sempre passato molto tempo vicino al mare, sviluppano con esso un contatto primordiale e semplice che si tramuta in un utilizzo del tempo al solo scopo di essere.

Il mare leviga, forgia, consuma.

Causa nell'uomo contemplazione e accettazione, genera resistenza a tutto ciò che possa alterare il mutamento della condizione originale, leviga le smanie e consuma l'ansia fino a farla sparire

.Vivendo con una distesa d’acqua davanti l’uomo può solamente contemplare il paesaggio che lo circonda e imparare ad accoglierlo e accettarlo senza alcun desiderio di mutarlo.

Il mare forgia i popoli ilari, allergici al cambiamento e profondamente ancorati al presente.

  • Facebook
  • Instagram

© 2021 by Chiara Cunzolo